Attendere prego...

Test Universitari Gratuiti

Odontoiatria
TEST gratuiti
Codice: ODL60

Logica

  1. Guerra Europa-Stati Uniti sulla carne agli ormoni e tensioni transatlantiche sulle biotecnologie sono solo alcuni dei più temibili conflitti commerciali, dentro e fuori l'Unione europea, che sono ormai appesi al filo dei pareri scientifici: opinioni che possono scatenare tensioni politiche internazionali e orientare milioni di consumatori, sempre più attenti a scansare ogni barlume di rischio sul terreno della sicurezza alimentare. E' proprio per dare maggiore autorevolezza ai pareri scientifici e più sicurezza agli europei nei supermarket, che si auspica il varo di una vera e propria agenzia alimentare. Sono stati gli scienziati europei a presentare un identikit di come si dovrebbe strutturare la nuova agenzia, o, come hanno preferito chiamarla, la nuova Authority per l'alimentazione e la salute. Essa dovrebbe essere un organo indipendente, che mantiene autonomia di giudizio, ma anche uno stretto contatto con gli altri organi istituzionali europei.
     

    La nuova agenzia che si occuperà della sicurezza alimentare:

    1. sarà un organo in stretto contatto con gli altri organi istituzionali europei
    2. dipenderà da altri organi istituzionali europei
    3. avrà potere decisionale in merito alle scelte commerciali dei Paesi europei
    4. pur mantenendo autonomia di giudizio, non potrà essere un organo indipendente
    5.  nessuna delle alternative proposte
  2. Per orientare le scelte alimentari dei consumatori:

    1.  Per orientare le scelte alimentari dei consumatori:
    2. non bastano i pareri scientifici
    3. gli scienziati devono conservare autonomia di giudizio
    4. bisognerà tracciare un preciso identikit del consumatore europeo
    5. le opinioni degli scienziati devono essere supportate da controlli documentati
    6. nessuna delle alternative proposte
  3. Una vera e propria agenzia alimentare:

    1. sarebbe auspicabile soprattutto per evitare che si determinino conflitti commerciali dentro e fuori l'Unione europea
    2. servirà anche per dare maggiore sicurezza ai consumatori
    3. è stata delineata sulla base di un identikit fornito dai consumatori
    4.  potrebbe interferire con il lavoro degli altri organi istituzionali europei
    5. nessuna delle alternative proposte
  4. Gli scienziati europei:

    1. sono storicamente estranei ai conflitti d'interesse che scatenano tensioni internazionali sui temi della sicurezza alimentaree della salute
    2. affermano che esistono seri rischi per i consumatori per quanto riguarda la sicurezza alimentare
    3. hanno bisogno di essere legittimati agli occhi dei consumatori
    4. ritengono che l'Authority per l'alimentazione dovrebbe mantenere la propria autonomia di giudizio
    5. nessuna delle alternative proposte
  5. Il miglioramento della competitività delle produzioni italiane è derivato in passato da incrementi di produttività ottenuti mediante il risparmio dei fattori produttivi utilizzati, meno frequentemente da rilevanti innovazioni dei beni e servizi offerti. Con il procedere della globalizzazione, da più parti viene segnalato il ritardo con il quale la competitività della nostra economia progredisce nei confronti dei Paesi con i quali ci si trova a concorrere per la conquista di quote di mercato. Rischiamo così di subire un costante, sebbene lento, spiazzamento delle nostre produzioni, data la minore capacità di contrastare con incrementi di produttività gli aggravamenti dei costi, per ora non consistenti, ma presenti e continui. Lo spiazzamento avviene soprattutto a favore di Paesi capaci di offrire beni sostanzialmente fungibili con i nostri, ma ottenuti sopportando costi molto più bassi.
     

    Le produzioni italiane hanno migliorato la loro competitività in passato:

    1. grazie alla capacità di moltiplicare i fattori produttivi utilizzati
    2. grazie esclusivamente alle rilevanti innovazioni dei beni e servizi offerti
    3. grazie anche ai sistemi di incentivazione nelle vendite
    4. in alcuni casi grazie alle innovazioni apportate ai servizi offerti
    5. nessuna delle alternative proposte
  6. Con il procedere della globalizzazione:

    1. la nostra economia ha realizzato un maggiore incremento di produttività rispetto ai Paesi concorrenti
    2.  le produzioni dei Paesi concorrenti hanno subito un costante spiazzamento
    3. la competitività della nostra economia progredisce con un certo ritardo
    4. le nostre produzioni conquistano nuove quote di mercato grazie a un abbassamento dei costi di produzione
    5.  nessuna delle alternative proposte
  7. Le nostre produzioni, rispetto a quelle dei Paesi concorrenti:

    1. hanno conquistato quote di mercato grazie alle innovazioni dei beni e servizi offerti
    2.  hanno una minore capacità di contrastare con incrementi di produttività, gli aggravamenti dei costi
    3. sopportano costi molto più bassi nella produzione di beni e servizi
    4. hanno una maggiore capacità di contrastare con incrementi di produttività gli aggravamenti dei costi
    5. nessuna delle alternative proposte
  8. Il risparmio dei fattori produttivi utilizzati dalle produzioni italiane:

    1. ha reso il nostro Paese meno competitivo
    2. ha bloccato l'innovazione dei beni e servizi offerti
    3. sta spiazzando, in modo lento ma costante, le produzioni dei Paesi concorrenti
    4. è stato, in passato, una delle cause del miglioramento della loro competitività
    5. nessuna delle alternative proposte
  9. Con la globalizzazione:

    1. i costi di produzione si abbassano a tutto vantaggio delle nostre produzioni
    2. la competitività della nostra economia progredisce più rapidamente che in passato
    3. le nostre produzioni potrebbero subire uno spiazzamento dovuto all'aggravamento dei costi
    4. il risparmio dei fattori produttivi operato dalle nostre produzioni, le rende più competitive
    5. nessuna delle alternative proposte
  10. I Paesi con i quali ci si trova a concorrere per la conquista di quote di mercato:

    1. operano rilevanti innovazioni dei beni e servizi offerti
    2. offrono beni fungibili con i nostri, ma ottenuti sopportando costi più alti 
    3. incrementano la loro produttività grazie a ricorrenti svalutazioni delle loro monete
    4.  non sono in grado di contrastare con incrementi di produttività l'aggravamento dei costi dovuto alla globalizzazione 
    5. nessuna delle alternative proposte