TEST Universitari
GRATUITI per le prove di ammissione alle Facoltà
e/o Corsi di Laurea a Numero Chiuso
 

Corso di Laurea in
PROFESSIONI SANITARIE

TECNICO ORTOPEDICO


 
Descrizione e sbocchi occupazionali
Corso di Laurea in Professioni Sanitarie
"Tecnico Ortopedico"
 

Il TECNICO ORTOPEDICO è un operatore sanitario che opera, su prescrizione medica e successivo collaudo, la costruzione e/o adattamento, applicazione e fornitura di protesi, ortesi e di ausili sostitutivi, correttivi e di sostegno dell'apparato locomotore, di natura funzionale ed estetica, di tipo meccanico o che utilizzano l'energia esterna o energia mista corporea ed esterna, mediante rilevamento diretto sul paziente di misure e modelli.
Il laureato Tecnico Ortopedico, nell'ambito delle proprie competenze addestra il disabile all'uso delle protesi e delle ortesi applicate. Svolge, in collaborazione con il medico, assistenza tecnica per la fornitura, la sostituzione e la riparazione delle protesi e delle ortesi applicate; collabora con altre figure professionali al trattamento multidisciplinare previsto nel piano di riabilitazione ed è responsabile dell'organizzazione, pianificazione e qualità degli atti professionali svolti nell'ambito delle proprie mansioni.
I laureati nella classe sono dotati di un’adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire loro sia la migliore comprensione dei più rilevanti elementi, anche in relazione al genere, che sono alla base dei processi fisiologici e patologici ai quali è rivolto il loro intervento preventivo e terapeutico, sia la massima integrazione con le altre professioni. Devono inoltre saper utilizzare almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano, nell’ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.
Il tecnico deve essere in grado di:
• identificare, prevenire ed affrontare gli eventi critici relativi ai rischi di varia natura e tipologia connessi con l'attività nelle diverse aree del laboratorio.
• conoscere la normativa e le leggi dello Stato che disciplinano la professione tecnica, l’attività di laboratorio, i presidi medico-chirurgici e la sanità pubblica.
• valutare l’attendibilità del processo pre-analitico e analitico e di quello produttivo applicando le conoscenze dei fenomeni biologici, fisiologici e patologici.
• conoscere e valutare concetti dinamici di automazione-informatizzazione-comunicazione.
• applicare le conoscenze del progresso scientifico al fine di migliorare l’efficienza e l’efficacia dei processi di analisi e di produzione.
• contribuire alla programmazione ed organizzazione, compresa l’analisi dei costi e l’introduzione di nuovi materiali e tecnologie, dell’attività diagnostica e produttiva.
• identificare e prevenire i fattori che possano influenzare la qualità delle informazioni diagnostiche o del processo di produzione.
• attuare la verifica del corretto funzionamento e l’efficienza delle macchine attraverso test funzionali, calibrazione e manutenzione preventiva, nonché straordinaria in caso di guasti.
• pianificare, realizzare e valutare le attività tecniche relative alla ideazione, costruzione e messa in opera dei presidi ortopedici secondo gli standard predefiniti dal responsabile della struttura. Conoscere, ideare e costruire ausili ortopedici.
• pianificare e realizzare le preparazioni dei materiali, le mescolanze dei composti al fine di ottenere un prodotto di altissima qualità estetica e funzionale secondo gli standard predefiniti dal responsabile della struttura.
• pianificare, realizzare e valutare le attività produttive nei settori di competenza secondo gli standard predefiniti dal responsabile della struttura.
• realizzare e verificare il Controllo e la Assicurazione di Qualità e identificare gli interventi appropriati in caso di non accettabilità dei risultati.
• agire in modo coerente con i principi disciplinari, etici e deontologici della professione nelle situazioni tecnico-produttive previste nel progetto formativo.
• riconoscere e rispettare il ruolo e le competenze proprie e degli altri operatori, stabilendo relazioni di collaborazione.
• interagire e collaborare attivamente con equipe interprofessionali al fine di programmare e gestire attività di produzione anche decentrate.
• dimostrare capacità nella gestione dei sistemi informativi ed informatici, nella comunicazione con gli operatori professionali, con i fornitori e con gli utenti del servizio.
• apprendere le basi della metodologia della ricerca e applicare i risultati di ricerche nel campo tecnico-metodologico per migliorare la qualità delle metodiche.
• conoscere i principi dell’analisi economica e le nozioni di base dell’economia pubblica e aziendale.
• conoscere gli elementi essenziali della gestione delle risorse umane, con particolare riferimento alle problematiche in ambito sanitario.
• raggiungere un adeguato livello di conoscenza sia scritta che parlata di almeno una lingua della Unione Europea, oltre l’italiano.
• acquisire competenze informatiche utili alla gestione dei sistemi informatizzati dei servizi, e ai processi di autoformazione.

Sbocchi occupazionali. Il laureato Tecnico Ortopedico esercita la sua attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale.

• Il programma ministeriale prevede gli argomenti da studiare per la prova di ammissione.
I test sono divisi in quattro raggruppamenti: 1) Logica e Cultura Generale; 2) Biologia; 3) Chimica; 4) Fisica e Matematica.
Per leggere il programma completo clicca qui

Prova ora i test di ammissione gratuiti clicca qui
• Vuoi sapere quanti sono i posti disponibili divisi per Università? clicca qui